News INPS

Abbonamento a feed News INPS News INPS
Inps.it - Canale news per le Informazioni
Aggiornato: 3 ore 36 min fa

Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni (CIG): dati di settembre 2019

Gio, 17/10/2019 - 09:00

È stato pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni con i dati di settembre 2019. Il numero di ore complessivamente autorizzate per trattamenti di integrazione salariale è stato pari a 17.194.330, in aumento del 51,9% rispetto allo stesso mese del 2018 (11.318.629).

Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:

  • Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) sono state 5.651.790, in aumento del 2,7% rispetto a settembre 2018;
  • Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) sono state 11.521.573, in aumento del 99,2% rispetto a settembre 2018;
  • Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) sono state 20.967, in diminuzione del 30,9% rispetto a settembre 2018.

 

Ad agosto 2019 sono state presentate 99.127 domande di NASpI, 2.256 di DIS-COLL e 14 di mobilità, per un totale di 101.397 domande, segnando un incremento dell’11,76% rispetto ad agosto 2018.

In allegato all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni è stato pubblicato il Focus ottobre 2019 (pdf 824KB) con i dati di settembre.

Pubblicato l’Osservatorio sul precariato con i dati di agosto 2019

Gio, 17/10/2019 - 09:00

Sono stati pubblicati i dati di agosto 2019 dell’Osservatorio sul precariato. Nei primi otto mesi del 2019, nel settore privato complessivamente le assunzioni sono state 4.904.554. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, la crescita ha riguardato i contratti a tempo indeterminato, di apprendistato, stagionali e intermittenti. Sono invece in diminuzione i contratti a tempo determinato e quelli in somministrazione.

La dinamica dei flussi
Nel periodo gennaio-agosto si conferma, rispetto al 2018, l’incremento delle trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato, che passano da 316.983 a 479.703. In crescita risultano anche le conferme di rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo (+20,5%).

Le cessazioni sono state 4.062.195, in diminuzione rispetto allo stesso periodo del 2018: la riduzione ha riguardato le cessazioni di contratti in somministrazione e i rapporti a termine. In crescita sono le cessazioni di rapporti con contratto intermittente, stagionale e in apprendistato; pressoché stabili le cessazioni di rapporti a tempo indeterminato.

Il lavoro occasionale
I lavoratori impiegati con Contratto di Prestazione Occasionale (CPO) ad agosto 2019 sono stati 16.967 (numero di poco inferiore rispetto allo stesso mese del 2018), con un importo lordo medio di 270 euro.
I lavoratori pagati con i titoli del Libretto Famiglia (LF) sono stati 5.601 (pressoché uguali ad agosto 2018), con un importo mensile lordo medio di 165 euro.

Eventi sismici nel Centro Italia: proroga versamenti contributivi

Mer, 16/10/2019 - 09:00

Con riferimento ai comuni del Centro Italia colpiti dagli eventi sismici del 2016 e del 2017, l’articolo 8, comma 1, lett. b), del decreto–legge 14 ottobre 2019, n. 111 ha disposto che gli adempimenti e i versamenti contributivi sospesi vengano effettuati entro il 15 gennaio 2020, prorogando il termine precedentemente fissato al 15 ottobre 2019.

Lo rende noto l’INPS con il messaggio 15 ottobre 2019, n. 3721.

I versamenti contributivi devono essere effettuati in unica soluzione entro il 15 gennaio 2020, senza applicazione di sanzioni e interessi, ovvero mediante rateizzazione fino a un massimo di 120 rate mensili dello stesso importo, con il versamento dell’importo della prima rata sempre entro il 15 gennaio 2020.

Con un successivo messaggio, l’Istituto fornirà le istruzioni operative per l’effettuazione del versamento della contribuzione sospesa.

Pubblicato il bando di concorso del programma ITACA 2020-2021

Mar, 15/10/2019 - 09:00

È stato pubblicato il bando di concorso del programma ITACA per l’anno scolastico 2020-2021, finalizzato all’erogazione di borse di studio per soggiorni scolastici all’estero.

Il bando è rivolto ai figli o orfani ed equiparati di:

  • dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria prestazioni creditizie e sociali;
  • pensionati iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici (GDP).

La domanda deve essere trasmessa dalle 12 del 15 ottobre alle 12 del 22 novembre 2019.

INPS per tutti: parte il progetto per l’integrazione sociale

Lun, 14/10/2019 - 09:00

Istituzioni e cittadini sono più vicini grazie a “INPS per tutti”, l’iniziativa nata dalla volontà di favorire l’integrazione sociale e promuovere il contrasto alla povertà.

Per raggiungere questi obiettivi l’INPS, come spiegato nel messaggio 11 ottobre 2019, n. 3685, mette in campo azioni mirate a facilitare l’accesso alle prestazioni assistenziali e previdenziali per i soggetti più bisognosi, recandosi nei luoghi dove questi si trovano e offrire loro il supporto necessario.

L’iniziativa è rivolta alle fasce più deboli della popolazione, come:

  • persone in stato di povertà assoluta, senzatetto o senza fissa dimora;
  • abitanti di Comuni distanti dagli uffici dell’INPS;
  • utenti non consapevoli dei propri diritti.

Indicazioni sugli info point

Il primo progetto che viene attuato nell’ambito di “INPS per tutti” interessa, in particolare, le realtà cittadine metropolitane. Le città di Roma, Milano, Napoli, Bologna, Torino e Bari si sono già attivate predisponendo degli info point per l’avvio del progetto a partire da ottobre. Di seguito le indicazioni sugli info point:

Per il Comune di Roma:

  • Centro Astalli, presso via del Collegio Romano n. 1;
  • Comunità di S. Egidio, presso via Arco di San Callisto n. 10;
  • Istituto Opera Don Calabria, via Giambattista Soria, 11;
  • C.R.S. – Cooperativa Roma solidarietà (Caritas), presso le sedi (alternate) di via di Porta San Lorenzo, 7 e di via delle Zoccolette, 19;
  • Virtus Italia, con presidio a mezzo camper su piazza dei Cinquecento.

Per il Comune di Bari:

  • Segretariato sociale del Comune di Bari, sito in piazza Chiurlia n. 21 (apertura lunedì dalle 9 alle 13);
  • Centro di accoglienza per senza dimora “Don Vito Diana”, sito in via Curzio dei Mille n. 74, per contatti: telefono: 370/1422428.

Per il Comune di Torino:

  • Distretto nord-ovest, Polo inclusione sociale, via Valdellatorre, 138;
  • Distretto nord-est, Polo inclusione sociale, via Leoncavallo, 17;
  • Distretto sud-est, Polo inclusione sociale, via Ormea, 45;
  • Distretto sud-ovest, Polo inclusione sociale, via De Sanctis, 12;
  • Polo inclusione prevenzione e fragilità, via Bruino, 4.

Le comunicazioni via email con il Comune di Torino potranno essere trasmesse all’indirizzo progettoinpspertutti@comune.torino.it

Per il Comune di Milano:

  • Casa Jannacci – viale Ortles, 69 – 20139 Milano - Municipio 5, per contatti telefono: 02/88445239;
  • C.A.S.C. - Centro aiuto Stazione Centrale, via Sammartini Giovanni Battista, 120, per contatti: telefono: 02/88447645; e-mail: Pss.casc@comune.milano.it

Per il Comune di Napoli:

  • Albergo dei Poveri, via Bernardo Tanucci.

Per il Comune di Bologna:

  • Servizio Bassa Soglia, via Albani, 2/10;
  • Pronta accoglienza San Sisto, via Viadagola, 5;
  • Sportello lavoro, vicolo Bolognetti, 2;
  • Insieme per il lavoro, piazza Rossini, 3, telefono: 051/659 8218.

Gli sportelli sociali potranno essere contattati al numero 051/2197878. Le comunicazioni via email, potranno essere inviate all’indirizzo sportellosocialebologna@comune.bologna.it

Il questionario “INPS per tutti”

Per verificare i requisiti di accesso al Reddito o alla Pensione di Cittadinanza, e alle altre prestazioni erogate dall’Istituto, è disponibile il questionario INPS per tutti che guiderà interattivamente l’utente all’interno di un percorso consulenziale automatizzato ma personalizzato.

Il questionario sarà mirato, in particolare, a conoscere l’esistenza del diritto alle seguenti prestazioni:

  • Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza;
  • assegno familiare dei Comuni;
  • assegno di maternità dei Comuni;
  • Bonus Bebè;
  • premio alla nascita;
  • bonus asilo nido;
  • NASpI
  • assegno sociale;
  • invalidità civile.

Pensioni: applicazione aliquota maggiore e rinuncia detrazioni 2020

Ven, 11/10/2019 - 09:00

I beneficiari delle prestazioni pensionistiche e previdenziali interessati all’applicazione dell’aliquota maggiore degli scaglioni annui di reddito e/o al non riconoscimento, in misura totale o parziale, delle detrazioni d’imposta per reddito, di cui all’articolo 13 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR), sono tenuti a darne comunicazione all’INPS ogni anno, per ciascun periodo d’imposta.

Dal 15 ottobre 2019 è possibile inviare le richieste per il 2020, compilando la dichiarazione tramite il servizio online Detrazioni fiscali - domanda e gestione.

In assenza di tali richieste, l’Istituto procederà ad applicare le aliquote per scaglioni di reddito e a riconoscere le detrazioni d’imposta sulla base del reddito erogato.

Sisma 2016-2017: rateizzazione dei contributi sospesi

Gio, 10/10/2019 - 09:00

Con riferimento ai comuni del Centro Italia colpiti dal sisma del 2016 e del 2017, la legge 14 giugno 2019, n. 55 ha stabilito che gli adempimenti e i versamenti dei contributi sospesi vengano effettuati in unica soluzioneentro il 15 ottobre 2019, senza applicazione di sanzioni e interessi.

In alternativa, possono essere rateizzati, fino a un massimo di 120 rate mensili di pari importo, senza applicazione di sanzioni e interessi, versando l’importo corrispondente al valore delle prime cinque rate entro il 15 ottobre 2019.

Il messaggio 6 settembre 2019, n. 3247 fornisce le istruzioni operative, riferite alle diverse gestioni previdenziali, per il versamento in unica soluzione dei contributi sospesi.

Con il messaggio 9 ottobre 2019, n. 3646, l’Istituto fornisce indicazioni per il versamento mediante rateizzazione dei contributi sospesi e per la presentazione della relativa domanda, che deve essere trasmessa esclusivamente in via telematica, direttamente dal titolare, dal legale rappresentante o dagli intermediari abilitati.

Fondo ex IPOST: versamento dell’aliquota contributiva CUAF

Mer, 09/10/2019 - 09:00

Per la generalità dei datori di lavoro l’aliquota CUAF (il contributo per il finanziamento dell’assegno per il nucleo familiare) si attesta nella misura del 6,20%.

Per i datori di lavoro che hanno alle dipendenze lavoratori iscritti al Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD), il contributo è stato ridotto al 2,48%.

Con il messaggio 8 ottobre 2019, n. 3635 l’Istituto informa che, per i lavoratori iscritti al Fondo ex IPOST, il contributo di finanziamento dell’assicurazione relativa agli assegni per il nucleo familiare si attesta nella misura del 4,40%.

Nel messaggio vengono illustrate le modalità operative per l’adeguamento anagrafico aziendale e per il versamento dei contributi arretrati.

Sgravio contributivo sui premi 2013: ricalcolato il tetto retributivo

Mer, 09/10/2019 - 09:00

Con il messaggio 8 ottobre 2019, n. 3634, l’Istituto comunica il ricalcolo del tetto retributivo relativo allo sgravio contributivo dei premi corrisposti nel 2013, previsti dai contratti collettivi di secondo livello.

Il decreto interministeriale del 14 febbraio 2014, emanato dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, aveva disciplinato l’incentivo riferito ai premi corrisposti nel 2013, individuando nel 2,25% della retribuzione dei lavoratori il tetto entro il quale è stato possibile richiedere il beneficio.

Lo stesso decreto prevede che, in relazione al monitoraggio delle domande e delle risorse finanziarie impegnate, il tetto possa essere rideterminato in sede di Conferenza dei servizi tra le amministrazioni interessate. È stato così concordato che le somme residue riferite al 2013 saranno utilizzate rideterminando il tetto della retribuzione dei lavoratori interessati fino alla percentuale del 2,47%.

Di conseguenza, i datori di lavoro potranno recuperare un ulteriore 0,22% in sede di conguaglio contributivo, entro il giorno 16 del terzo mese successivo alla pubblicazione del messaggio.
Il messaggio fornisce le istruzioni operative per i datori di lavoro agricoli e non agricoli, quelli iscritti alla gestione ex ENPALS e alla gestione pubblica.

ANF: accertamento diritto alla maggiorazione per minorenni inabili

Mar, 08/10/2019 - 09:00

Con il messaggio 4 ottobre 2019, n. 3604, l’Istituto fornisce chiarimenti in merito all’accertamento del diritto a percepire la maggiorazione dell’importo dell’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) in caso di presenza di minorenni inabili all’interno del nucleo.

Ai fini del riconoscimento della maggiorazione possono essere presi in considerazione anche i soggetti fruitori dell’indennità di frequenza. Per poter beneficiare dell’ANF con importi maggiorati, tuttavia, è necessario il parere dei medici legali dell’INPS.

Se il minore è stato già valutato e storicizzato presso l’Istituto, inoltre, non è più necessario subordinare la domanda di ANF all’autorizzazione. In questo caso viene quindi meno la necessità di presentazione della domanda di autorizzazione ANF.

Cessione del quinto delle pensioni: tassi quarto trimestre 2019

Lun, 07/10/2019 - 09:00

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro ha indicato, con il decreto 24 settembre 2019, i tassi effettivi globali medi (TEGM) praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari, rilevati dalla Banca d’Italia e in vigore dal 1° ottobre al 31 dicembre 2019.

Per i prestiti estinguibili con cessione del quinto della pensione, il messaggio 4 ottobre 2019, n. 3605 fornisce indicazioni sul valore dei tassi da applicarsi nel periodo indicato e sulla variazione dei tassi soglia TAEG.

Indennità di disoccupazione DIS-COLL: modifica requisito contributivo

Lun, 07/10/2019 - 09:00

Con il messaggio 4 ottobre 2019, n. 3606, l’Istituto informa che l’articolo 2, decreto-legge 3 settembre 2019, n. 101 ha introdotto una novità sul requisito contributivo necessario per l’accesso all’indennità di disoccupazione DIS-COLL.

A partire dal 5 settembre 2019, data di entrata in vigore del decreto-legge, la DIS-COLL viene pertanto riconosciuta ai lavoratori che presentino congiuntamente i seguenti requisiti:

  • siano, al momento della domanda di prestazione, in stato di disoccupazione ai sensi dell’articolo 19, comma 1, decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 150;
  • possano far valere almeno un mese di contribuzione nel periodo che va dal 1° gennaio dell’anno civile precedente l’evento di cessazione dal lavoro al predetto evento (accredito contributivo di una mensilità).

Aspettativa sindacale: istruzioni sulla contribuzione aggiuntiva

Lun, 07/10/2019 - 09:00

L’Istituto, con la circolare INPS 4 ottobre 2019, n. 129, fornisce istruzioni per superare le criticità emerse in ordine ad alcuni aspetti applicativi della normativa utile all’esatta determinazione dell’imponibile della contribuzione facoltativa e la sua corretta valorizzazione ai fini pensionistici.

La circolare si rivolge, in particolare, alla contribuzione aggiuntiva a favore dei lavoratori collocati in aspettativa sindacale, ovvero in distacco sindacale con diritto alla retribuzione a carico del datore di lavoro e analizza la natura della contribuzione aggiuntiva, la base imponibile per la determinazione della stessa, le modalità e i termini entro cui provvedere al versamento, nonché i riflessi pensionistici nelle gestioni previdenziali private, pubbliche e in alcuni fondi sostitutivi.

In base alle nuove regole, la contribuzione aggiuntiva pagata dal sindacato, infatti, inciderà appieno sulla pensione solo se la relativa indennità (su cui la contribuzione è calcolata) soddisfi i caratteri di fissità e di continuità. Inoltre, quando gli incarichi sono più di uno, contemporanei, le relative indennità (e contribuzioni aggiuntive) non si sommeranno, ma se ne potrà prendere in considerazione una soltanto, quella d'importo maggiore.

La domanda va inoltrata per ogni lavoratore in tempo utile a consentire la completa istruttoria e comunque in considerazione del termine fissato per il relativo versamento, ossia entro il 30 settembre dell'anno successivo a quello in cui ha avuto corso o si è protratta l'aspettativa o il distacco sindacale.

Le nuove regole hanno effetto a partire dalla contribuzione aggiuntiva del 2019 anche per incarichi sindacali conferiti precedentemente al 4 ottobre 2019.

Reddito e Pensione di Cittadinanza: integrazione domande marzo 2019

Gio, 03/10/2019 - 09:00

Con il messaggio 2 ottobre 2019, n. 3568, l’Istituto comunica che dal 4 ottobre i beneficiari di Reddito di Cittadinanza o Pensione di Cittadinanza che hanno presentato la domanda a marzo 2019 possono integrarla collegandosi al link che sarà inviato loro tramite sms o email.

Le prime domande di RdC e PdC, infatti, sono state presentate a partire dal 6 marzo, utilizzando un modello successivamente cambiato, il 2 aprile, a seguito delle modifiche apportate dalla legge di conversione (legge 28 marzo 2019, n. 26) del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4.

La legge di conversione ha previsto un regime transitorio di salvaguardia delle richieste presentate prima della sua entrata in vigore, stabilendo che il beneficio potesse essere erogato per un periodo non superiore a sei mesi anche in assenza della nuova documentazione richiesta. Le domande presentate a marzo e accolte sono state così poste in pagamento fino a settembre 2019. Da ottobre occorre però allineare il contenuto delle dichiarazioni.

Per evitare che i beneficiari di RdC e PdC con domanda presentata a marzo, e quindi con decorrenza aprile, debbano nuovamente presentare domanda e per garantire la continuità nell’erogazione del beneficio economico, i nuclei familiari interessati potranno integrare le dichiarazioni di responsabilità e prendere atto delle informative aggiornate collegandosi al link sopra riportato, per il quale non è richiesto il PIN e che è anche indicato nel messaggio loro inviato.

Il richiedente dovrà inserire:

  • il protocollo della pratica RdC/PdC (esempio: INPS-RDC-2019-xxxxx);
  • il codice fiscale
  • il codice alfanumerico ricevuto via email o sms.

Il collegamento alla pagina rimarrà sempre attivo. Solo per le domande aggiornate fino al 21 ottobre, però, sarà possibile l’elaborazione nei tempi utili per la liquidazione della rata spettante per la mensilità di ottobre. Per chi effettuerà l’aggiornamento dopo il 21 ottobre, la prestazione resterà sospesa sino all’acquisizione della dichiarazione.

Comunicato stampa (pdf 132KB)

Lavoratori domestici: pagamento contributi 3° trimestre 2019

Mar, 01/10/2019 - 09:00

Dal 1° al 10 ottobre 2019 è possibile pagare i contributi del 3° trimestre 2019 dei lavoratori domestici.
datori di lavoro possono effettuare il pagamento mediante una delle seguenti modalità:

  • direttamente online tramite il portale dei pagamenti, con la modalità online pagoPA, con carta di credito, carta di debito oppure conto corrente bancario;
  • rivolgendosi ai soggetti aderenti al circuito “Reti Amiche”. Il pagamento è disponibile, senza necessità di supporto cartaceo, con codice fiscale e codice rapporto di lavoro:
    • presso le tabaccherie che aderiscono al circuito di Lottomatica e che espongono il logo Servizi INPS;
    • presso gli sportelli bancari di Unicredit SpA (con pagamento in contanti per tutti gli utenti o, per i correntisti Unicredit, anche con addebito sul conto corrente bancario);
    • tramite il sito del gruppo Unicredit SpA per i clienti titolari del servizio di banca online;
    • presso tutti gli sportelli di Poste Italiane;
    • presso bar, tabacchi ed edicole con SisalPay;
  • utilizzando il bollettino MAV (Pagamento Mediante Avviso) inviato dall’INPS. Il bollettino può altrimenti essere generato:
    • direttamente online tramite il portale dei pagamenti all’interno della sezione lavoratori domestici;
    • presso le aree di front office delle sedi INPS, utilizzando lo sportello automatico per il cittadino con autenticazione mediante tessera sanitaria;
  • utilizzando l’avviso di pagamento pagoPA generato online tramite il portale dei pagamenti all’interno della sezione lavoratori domestici.

Direzione provinciale INPS di Brescia: chiusura per inagibilità

Mar, 01/10/2019 - 09:00

La sede provinciale di Brescia resterà chiusa martedì 1° ottobre 2019 per inagibilità. A seguito dei principi di incendio che si sono verificati nello stabile, infatti, la sede è stata dichiarata inagibile dai vigili del fuoco.

La necessità di interrompere l'energia elettrica comporterà l'interruzione della linea dati anche nelle agenzie territoriali.

Ulteriori comunicazioni saranno tempestivamente fornite dopo le verifiche tecniche che saranno effettuate in data odierna dall'Ufficio tecnico regionale.

Master e corsi universitari di perfezionamento 2019-20: il bando

Lun, 30/09/2019 - 09:00

È stato pubblicato il bando di concorso “Master universitari di I e II livello e corsi universitari di perfezionamento 2019-2020”. Il bando è rivolto ai figli e orfani degli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici e iscritti alla Gestione Magistrale.

La domanda deve essere trasmessa dal beneficiario dalle 12 del 3 ottobre alle 12 del 30 ottobre 2019.

Borse di studio Supermedia 2018-2019: pubblicato il bando

Ven, 27/09/2019 - 09:00

Pubblicato il bando di concorso Supermedia, relativo all’anno scolastico 2018-2019, per l’erogazione di borse di studio destinate agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

Il bando è rivolto ai figli o orfani ed equiparati degli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, degli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale, dei dipendenti del Gruppo Poste Italiane SpA e dei dipendenti ex IPOST.

La domanda può essere inviata a decorrere dalle 12 del 4 ottobre, entro le 12 del 25 ottobre 2019.

Magistrati onorari: iscrizione e contributi alla Gestione Separata

Gio, 26/09/2019 - 09:00

Con la circolare INPS 25 settembre 2019, n. 128, l'Istituto illustra le novità normative conseguenti all'entrata in vigore del decreto legislativo 13 luglio 2017, n. 116, che ha esteso la tutela previdenziale assistenziale obbligatoria ai magistrati onorari, prevedendo l’iscrizione dei giudici onorari di pace e dei vice procuratori onorari alla Gestione Separata.

Nella circolare vengono fornite le istruzioni relative al loro inquadramento contributivo nella Gestione Separata, in vigore dal 2017. Vengono indicate, inoltre, le modalità di determinazione del reddito imponibile e della relativa contribuzione dovuta, oggetto di calcolo nell’ambito della dichiarazione dei redditi per ciascun periodo d’imposta.

I magistrati onorari, per i quali è previsto l’obbligo di assicurazione alla Gestione Separata, devono iscriversi alla gestione stessa, inviando la domanda attraverso uno dei seguenti canali:

  • servizio online dedicato;
  • Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • intermediari dell’Istituto.

I termini di pagamento del contributo previdenziale coincidono con quelli previsti per il pagamento delle imposte fiscali e l’aliquota da applicare sul reddito prodotto è del 25,72% (di cui il 25% ai fini previdenziali per invalidità, vecchiaia e superstiti e lo 0,72% ai fini assistenziali per malattia, maternità, degenza ospedaliera).

NASpI: proroga versamento maggiorazione contributo addizionale

Mer, 25/09/2019 - 09:00

L’Istituto, con la circolare INPS 6 settembre 2019, n. 121, ha fornito le istruzioni operative relative alle modalità espositive dei lavoratori per i quali i datori di lavoro siano tenuti al versamento della maggiorazione del contributo addizionale NASpI, nei casi di rinnovo del contratto di lavoro subordinato a tempo determinato. 

Con il messaggio 24 settembre 2019, n. 3447, l’INPS informa che il termine di esposizione di tale contribuzione, nel periodo compreso tra il 14 luglio 2018 e agosto 2019, è prorogato al mese di ottobre 2019

Pertanto, i datori di lavoro, nel flusso di competenza settembre o ottobre 2019, provvederanno a esporre per ogni singolo lavoratore i valori complessivi relativi a ognuno dei rinnovi intervenuti nel periodo indicato. 

Pagine